HOME PAGE EDITORIALE NOTIZIE FLASH APPROFONDIMENTO RIVISTA IN PDF
21 agosto 2017
CASSONETTI E CAMPANE: L’INCIVILTÀ DELL’IMMONDIZIA DI UNA BARI PER BENE

Bidoni, cassonetti e campane pieni di rifiuti e olezzi maleodoranti, una realtà condivisibile con i residenti di tutta Bari, chi però ha la competenza per intervenire su tali questioni sembra addebitare tutta la responsabilità ai cittadini incivili, che seppure esistono non sono i soli responsabili.

“Ed ecco che oltre al mancato svuotamento dei cassonetti ti trovi sul bel mezzo del marciapiede una “campana” per il vetro” il consigliere Caradonna si riferisce alla foto di via Caldarola ad altezza del Teatro Tenda, che non permette ai cittadini di poter passeggiare tranquillamente, costringendoli ad invadere la corsia della strada pur di aggirare l’ostacolo.

“Chi amministra la Città ben conosce le criticità del territorio, ivi comprese l’inciviltà e l’inadeguatezza di una parte  della popolazione nell’osservare determinate regole, pertanto nella programmazione dei servizi è necessario tener conto di tali criticità, al terzo mandato non ci si può far cogliere impreparati da un problema che già si conosce” puntualizza il Consigliere Michele Caradonna che rilancia “è inconcepibile mettere dei cassonetti su di un marciapiede occupandolo tutto e tantomeno è scorretto lasciarli sulle strisce pedonali e costringere i pedoni a passarci in mezzo. E qui la responsabilità non credo che sia di quei cittadini incivili".

Il consigliere Caradonna autore della foto del cassonetto selvaggio presente su via Brigata Bari122 evidenzia: “Quello che non comprendo è il perché non si tenga conto delle segnalazioni effettuate da parte dei consiglieri. Ho inviato una nota i primi giorni di luglio all’assessore Petruzzelli affinché fossero date disposizioni per poter spostare il bidone tra l’altro posizionato sulle strisce pedonali e che costringe i cittadini a passarci accanto. Se poi a questo disagio si aggiunge che i cassonetti trabordano d’immondizia, ecco che la “Bari per Bene” rimane solo uno slogan elettorale. Tale atteggiamento è irrispettoso nei confronti del cittadino perbene che paga le tasse”

“In attesa della raccolta “porta a porta” in tutta la Città che, a dire dell’Assessore Petruzzelli, sembra essere l’unica soluzione, ma che non arriverà certamente a risolvere le problematiche per questa estate, ritengo opportuno che qualcuno si preoccupi d’informare i cittadini su cosa si intende fare oggi per poter avere la libertà di uscire nelle strade del proprio quartiere senza essere travolti dall’immondizia e dagli olezzi maleodoranti”.

Consegnare ai turisti, ai cittadini questo ricordo della nostra cara Città non ci fa onore.

Il Consigliere Caradonna, raccogliendo anche le segnalazioni dei cittadini del quartiere Libertà circa le condizioni in cui versa la zona dell’ex Manifattura, dei cittadini di San Girolamo circa la presenza di alghe secche e maleodoranti, ha rinnovato la richiesta interventi di pulizia radicale delle strade, interventi di disinfestazione e interventi di rimozione di alghe e taglio erba in zona litoranea. “Inoltre, al fine di una valutazione oggettiva delle condizioni reali della città credo sia opportuno conoscere con quale strumentazione tecnologica venga effettuato il controllo e di chi le responsabilità”.


GALLERY


GRUPPO CARADONNA
Copyright 2017
www.bariracconta.it - testata giornalistica online registrata al Tribunale di Bari, n° 1476 del 19.07.2000
Direttore Responsabile Michele Caradonna


Web Made In Italy